LA CITTA' DEL SOLE NEWS

Nido

Famiglia e Nido

Partecipare significa far parte di...e condividere un progetto comune....”

 

Un aspetto importante del servizio è la capacità, del gruppo educativo, di accogliere un bambino, che significa accogliere anche la sua famiglia con le sue peculiarità. L’intervento degli educatori non si limita al rapporto con i bambini ma si colloca in una dinamica di relazioni che coinvolge entrambi i genitori.

 

 

I due contesti, il nido e la famiglia, si influenzano reciprocamente, gli educatori sono dunque parte di un sistema complesso e la loro azione educativa sarà tanto più efficace quanto più essi saranno in grado di leggere il comportamento del bambino all’interno del sistema familiare a cui appartiene. Per favorire l’integrazione delle famiglie all’intero servizio sono previste varie forme di incontro durante tutto l’anno educativo:

 

 

  • Incontri individuali, con le singole famiglie per raccogliere informazioni sul loro bambino, prima della frequenza al nido e durante l’anno educativo.

  • Incontri di sezione, dove il collettivo incontra il gruppo delle famiglie, per riflettere insieme rispetto a varie tematiche.

  • Incontri tematici, conferenze, dibattiti e approfondimenti inerenti la vita del bambino.

  • Incontri lavorativi, per la preparazione di materiali, arredi.

  • Feste ed intrattenimenti, merenda di benvenuto, laboratorio di Natale, festa del Papà, festa della Mamma, Festa dell’estate.

  • Gita, di fine anno.

Il nido

IL NIDO SI PRESENTA.....

Le cose di ogni giorno nascondono segreti per chi le sa guardare ed ascoltare. Basta prendersi il tempo per farlo.”

G. Rodari

Al Nido si apre il sipario di un panorama ricco di nuove esperienze che rappresentano l’inizio di una avventura che permetterà al bambino di crescere in una nuova realtà da scoprire e da esplorare. Nel nostro pensiero il Nido si caratterizza come un luogo educativo, come un diritto di tutti i bambini e le bambine, centrato sull’ascolto, sulla valorizzazione delle potenzialità e delle risorse individuali.

Questo implica, da un lato, la capacità di accogliere la soggettività di ogni individuo e dall’altro evidenzia le necessità di rendere possibili spazi dove ogni bambino possa essere non solo destinatario di cure, ma anche produttore di storie e di relazioni. Insieme si costruiscono nuove relazioni, nuove regole e nuove abitudini.

Bambini, genitori ed educatori si mettono in gioco cercando una mediazione e un equilibrio tra le esigenze individuali e quelle di gruppo, strategie tese a creare un contesto nuovo, dove sia piacevole stare insieme.

Il giardino

Lo Spazio esterno: il Giardino

Dalle sezioni e dal salone si accede all’ampio giardino, diviso in due aree, e separate da una staccionata di legno. Quattro alberi di magnolie e una fitta fila di siepi offrono ai bambini nuove opportunità di esplorazioni e scoperte. Fin da piccoli i bambini sono molto interessati all’osservazione dei fenomeni naturali della crescita, al contatto con gli uccelli, con le lumache, con gli insetti, con le formiche ma anche con gli alberi, con i fiori e con tutto ciò che si trasforma e che ha vita.

L’ambiente esterno può diventare un contesto nel quale fare esperienze, trasformabile e modificabile, in sintonia con gli interessi e la curiosità dei bambini. Materiali diversi, come foglie, cortecce, legni, sabbie, sassi aprono mille possibilità di incontri, ricerche intorno a consistenze, colori, trasparenze e profumi. Lo spazio esterno è quindi un ulteriore luogo d’apprendimento e conoscenza, relazioni e interazioni per adulti e bambini che proseguono i loro percorsi cognitivi e le relazioni in continuità con lo spazio interno.

 

 

 

 

 

 

Accoglienza

Salone

 

Le Attività al Nido

L’importanza dell’attività proposta è nell’esperienza che gli si permette di fare, non nel raggiungimento di un prodotto finito. L’esperienza è esplorazione, scoperta, sperimentazione, e di conseguenza, apprendimento. Nessun materiale proposto al bambino è casuale, ma sempre pensato in un modo da provocare attenzione, stimolo ed azione”.

A. L. Galardini

 

La vita al nido si presenta attiva fin dal mattino, piena di cose da fare, di piccoli compiti da portare avanti. Una vita laboriosa che aiuta i bambini a dare senso e significato alla loro giornata. Una giornata che prosegue, dopo la colazione e l’assemblea del mattino, con attività in piccolo gruppo, dove i bambini hanno modo di sperimentare altre occasioni di confronto e conoscenza, impegnandosi e misurandosi in attività di gioco finalizzate. Il momento delle attività, si colloca come momento quotidiano stabile e ordinato all’interno di un contesto dove tutta l’esperienza dei bambini è rassicurante e ricca, perché predisposta e organizzata in modo non casuale ma pensata accuratamente così da permettere al bambino di ricevere stimoli e impulsi nuovi. Tutti gli angoli del nido, sono allestiti con ricchezza e varietà di materiali, per incoraggiare il fare dei bambini. Il nostro intento fondamentale è quello di offrire ai bambini la possibilità di fare esperienze reali, dando loro il senso delle proprie capacità in un ambiente dove la motivazione alla conoscenza è sempre stimolata e non solo durante le attività.

 

Alcuni momenti di attività al nido......

il gruppo come luogo di apprendimento, in cui i bambini collaborano e condividono momenti di conoscenza che arricchiscono i loro stessi progetti.

 

 

 

 

Leggere è aprire la mente... 

 

 

 

 

 

Una personalità ricca e articolata, in grado di esprimere e creare, nasce anche dalla conoscenza e dal possesso di tutti i linguaggi,verbali e non verbali.

 

 

 

 

 

Il Travaso: la crescita deriva dall’esperienza, non dalla comprensione intellettuale  .

 

 

Nel collage, il bambino sperimenta forme e materiali.

 

 

 

Nel gioco simbolico, il bambino può assumere ruoli diversi... ciò favorisce l’identificazione e l’espressione di sé. 

 

Per imparare non basta osservare.... bisogna sporcarsi le mani....

 

 

A giocare si impara e giocando si impara....

Subcategories

Subcategories

Chi siamo

La Città del Sole nasce nel 1993 ad opera di due amiche insegnanti, oggi referenti e titolari del servizio. Dapprima come scuola dell’Infanzia, che in breve tempo si fa conoscere ed apprezzare nel territorio per la qualità del servizio, poi nel 2007 cresce la voglia e l’idea di creare uno spazio Nido che accoglie i bambini dai 12 ai 36 mesi.

Leggi tutto

Iscriviti alla Newsletters

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato!